“Double sight”, un doppio sguardo come ponte oltre le diversità

“Una stanza, un setting fotografico, chi entra non sa chi incontrerà.

Solo sguardi.

Due occhi pronti ad osservare e soprattutto a lasciarsi osservare, due occhi in cui cercare ciò che si vuole, due occhi in cui vedere l’altro, forse ritrovare un po’ se stesso.

Il silenzio scende e l’emozione prende forma. Una serie di scatti fermano l’istante.

Un momento successivo per lasciare spazio alla parola, alle sensazioni e alle emozioni provate.

Guardiamo al prossimo con occhi capaci di vedere la diversità senza accorgerci che abbiamo davanti a noi, noi stessi, uomini e donne nei loro indumenti di carne, diversi nella forma ma uguali nella sostanza, molto più simili di quello che crediamo”.

Con queste parole gli organizzatori di Double sight – Doppio sguardo presentano il secondo appuntamento con la loro “creazione”. Dopo il successo della prima edizione, oggi e domani, sabato 19 e domenica 20 novembre, la performance interattiva viene riproposta al pubblico nella sede di Porto delle Idee, in via Verona 95 ad Alessandria, rinnovata ed ampliata.

Double Sight è un progetto ideato e realizzato dalla collaborazione di Tessere le identità, Psy&Co ed ANDO Fotografia, nato con l’obiettivo di sensibilizzare le persone sull’incontro delle differenze attraverso un percorso guidato. Obiettivo raggiunto così bene, da far sì che il progetto abbia ricevuto il riconoscimento del patrocinio Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali – dipartimento delle pari opportunità della presidenza del consiglio dei ministri), “quale iniziativa culturale di rilievo nell’ambito della prevenzione e del contrasto delle discriminazioni”.

Double sight 1

“Le recenti modifiche del diritto e la costituzione del diritto antidiscriminatorio – sottolinea Stefania Cartasegna, presidente di Tessere le Identità – identificano etnia, religione, disabilità, genere, orientamento sessuale ed età, come le principali fonti di discriminazione e quindi motivo di continuo confronto in ambito sociale e relazionale”.

“Il percorso di Double Sight, organizzato in ogni dettaglio – come spiega Emanuela Serafino di Psy&Co -, ha la durata di circa 30 minuti e prevede un progressivo coinvolgimento. E’ studiato appositamente per permettere ai partecipanti di avvicinarsi ad un incontro in un ambito protetto dalle convenzioni sociali e culturali. Solo sguardi. I partecipanti, lungo tutto il percorso, sono affidati infatti ad un accompagnatore che li guiderà ad ogni step successivo, accoglierà eventuali domande o richieste di rassicurazione, come capita talvolta. Non è possibile spiegare tutto il percorso, ovviamente, in quanto pregiudicherebbe la scoperta da parte dei futuri partecipanti. All’interno del set/galleria avvengono scatti fotografici a cura di ANDO per fermare il momento dell’incontro con l’altro. Ogni partecipante richiede una massima attenzione in quanto al momento del suo ingresso in galleria non ha avuto nessun contatto con lo staff delle comparse ed è perciò un momento unico e irripetibile”.

Double sight 2

Date e orari: sabato 19 mattino 9.30/12.30 pomeriggio 14.30/18.45 sera 20/23 (con piccolo buffet); domenica 20 pomeriggio 15/18.30. Per informazioni e prenotazioni mail info@tessereleidentita.it tel. 335 8417966.

Double sight 3

Photo credit: ANDO fotografia

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *