Una donna della tribù di Melpa in Papa Nuova Guinea si gode un tiro di fumo CREDIT: COVER IMAGES

BEAUTY&THEWORLD

In occasione della giornata internazionale della donna è stata rilasciata una sorprendente serie di ritratti che mostrano le diverse bellezze delle donne in tutto il mondo.

La suggestiva collezione di immagini, scattate dal fotografo francese Eric Lafforgue,  includono una madre con il suo bambino albino della tribù Mwila nel sud dell’Angola, lo sguardo duro e segnato di un nomade donna Wakhi in Afghanistan, un ritratto dominato dagli occhi azzurri di un giovane rifugiato siriano in Iraq e molto altro.

C’è anche una immagine surreale, presa a Pyongyang, Corea del Nord, di una donna vestita di rosa nel mezzo di una folla di soldati in uniforme.

Il fotografo, che ha iniziato il progetto nel 2006, ha detto: “Mi sono reso conto che si può mostrare così tanto con gli occhi, l’atteggiamento e i sorrisi.”

Girando il mondo, esplorando e documentando la vita delle popolazioni in pericolo, nelle regioni più dimenticate del mondo, dal Sudan al Somaliland al Myanmar, è riuscito a diventare in brevissimo tempo uno dei fotografi più talentuosi e riconosciuti.

Un viaggio di ricerca e di scoperta tra realtà così lontane, ma anche così vicine: nella diversità mondiale e nella disparità delle storie che ognuno porta sulla propria pelle, si leggono note di umanità, di felicità e di appartenenza che ci accomunano tutti.

“Sorridere è universale, dalla Papua Nuova Guinea alla Corea del Nord, quindi se venite vicino a qualcuno con un sorriso, si romperà il ghiaccio.”

Soldatessa nord coreana CREDIT: COVER IMAGES

Soldatessa nord coreana
CREDIT: COVER IMAGES

 

Giovane donne sudanese davanti al cimitero. Sudan CREDIT: COVER IMAGES

Giovane donne sudanese davanti al cimitero. Sudan
CREDIT: COVER IMAGES

 

RIFUGIATA SOMALA A JEDDAH, SARABIA SAUDITA CREDIT: COVER IMAGES

RIFUGIATA SOMALA A JEDDAH, SARABIA SAUDITA
CREDIT: COVER IMAGES

 

Una donna della tribù di Melpa in Papa Nuova Guinea si gode un tiro di fumo CREDIT: COVER IMAGES

Una donna della tribù di Melpa in Papa Nuova Guinea si gode un tiro di fumo
CREDIT: COVER IMAGES

 

Ragazza Surma con il piatto labiale trasporta un pezzo di manzo sul capo. Omo Valley, Etiopia CREDIT:COVER IMAGES

Ragazza Surma con il piatto labiale trasporta un pezzo di manzo sul capo. Omo Valley, Etiopia
CREDIT:COVER IMAGES

 

Ritratto di una giovane rifugiata siriana, Ebril, Kurdistan, Iraq. CREDIT: COVER IMAGES

Ritratto di una giovane rifugiata siriana, Ebril, Kurdistan, Iraq.
CREDIT: COVER IMAGES

 

Donna con il volto coperto di thanaka (maschera cosmetica tradizionale) a Ngapali, Myanmar. CREDIT: COVER IMAGES

Donna con il volto coperto di thanaka (maschera cosmetica tradizionale) a Ngapali, Myanmar.
CREDIT: COVER IMAGES

 

Donna a Pyongyang, North Korea CREDIT: COVER IMAGES

Donna a Pyongyang, North Korea
CREDIT: COVER IMAGES

 

Checerleader mussulmana, a Borobudur, Indonesia. CREDIT: COVER IMAGES

Checerleader mussulmana, a Borobudur, Indonesia.
CREDIT: COVER IMAGES

 

agazza Mwila con compricapo e decorazioni tradizionali, Angola CREDIT: COVER IMAGES

agazza Mwila con compricapo e decorazioni tradizionali, Angola
CREDIT: COVER IMAGES

 

Una nomade Wakhi con i suoi yak, Grande Pamir, Wakhan, Afghanistan. CREDIT: COVER IMAGES

Una nomade Wakhi con i suoi yak, Grande Pamir, Wakhan, Afghanistan.
CREDIT: COVER IMAGES

 

Una donna poliziotto ad Hargeisa, Somaliland CREDIT: COVER IMAGES

Una donna poliziotto ad Hargeisa, Somaliland
CREDIT: COVER IMAGES

 

Miss Domoget, della tribù Bodi. Hana Mursi, Omo Valley, Etiopia CREDIT: COVER IMAGES

Miss Domoget, della tribù Bodi. Hana Mursi, Omo Valley, Etiopia
CREDIT: COVER IMAGES

 

Donna Tajik, Xinjiang Uyghur Autonomous Region, Cina. CREDIT: COVER IMAGES

Donna Tajik, Xinjiang Uyghur Autonomous Region, Cina.
CREDIT: COVER IMAGES

 

Un madre Mwila con il suo bambino albino, Angola CREDIT: COVER IMAGES

Un madre Mwila con il suo bambino albino, Angola
CREDIT: COVER IMAGES

 

Una donna nomade wakhi, Grande Pamir, Wakhan, Afghanistan. CREDIT: COVER IMAGES

Una donna nomade wakhi, Grande Pamir, Wakhan, Afghanistan.
CREDIT: COVER IMAGES

 

Una donna della tribù Hamer cammina con il fucile in braccio durante le cerimonia della taurocatapsia (il salto rituale del toro) nell'Omo Valley, Etiopia. CREDIT: COVER IMAGES

Una donna della tribù Hamer cammina con il fucile in braccio durante le cerimonia della taurocatapsia (il salto rituale del toro) nell’Omo Valley, Etiopia.
CREDIT: COVER IMAGES

 

Mariam Staford Pendo Serengema, una donna attaccata e mutilata in Tanzania per il suo albinismo CREDIT: COVER IMAGES

Mariam Staford Pendo Serengema, una donna attaccata e mutilata in Tanzania per il suo albinismo
CREDIT: COVER IMAGES

Potete trovare tutte le altre foto di Lafforgue sul suo sito web: http://www.ericlafforgue.com/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *