Nel Mare del Nord nascerà un’isola artificiale per produrre energia pulita per sei Paesi

Che le idee più green arrivino il più delle volte dal nord Europa ormai non stupisce più. Questa volta, però, stanno pensando davvero in grande. Tanto da lasciare a bocca aperta.

Un consorzio formato da aziende energetiche provenienti da Paesi Bassi, Danimarca e Germania, ha progettato una vera e propria isola artificiale nel mezzo del Mare del Nord, con tanto di strade, alberi, case, porto e un aeroporto. Fin qui, a parte lo stupore per la costruzione di un’isola dal nulla, vi starete chiedendo come possa questo progetto essere green. Ebbene, il tutto sta nel fatto che i soli abitanti dell’isola saranno pale eoliche e pannelli solari per produrre energia verde, con la prospettiva di coprire il fabbisogno di circa 80 milioni di persone. Naturalmente l’ambiente ne beneficerà anche in fatto di riduzione drastica di emissioni di CO2.

isola green

Vi sembra abbastanza?

Adesso, probabilmente, molti di voi staranno pensando che un’idea così ambiziosa rimarrà soltanto un’utopia, un sogno scritto e disegnato a tratti sulla carta, ma difficilmente realizzabile.

Stupitevi un’altra volta: il progetto è in realtà molto concreto e dovrebbe essere portato a termine entro il 2050. È vero, ci vorrà molto tempo, ma l’impatto positivo sarà davvero significativo.

Una trentina di anni, insomma, per costruire Wind Power Hub, che sorgerà a 100 chilometri dalle coste del Regno Unito e sarà profonda tra i 15 e i 36 metri. L’impianto verrà realizzato sulla Dogger Bank, un banco sabbioso di 17 mila metri quadrati già esistente. Insieme alle pale, che occuperanno una superficie di 4 chilometri quadrati, verranno edificate anche delle abitazioni per la forza lavoro che dovrà controllare il funzionamento della centrale.

isola green mappa

Sei saranno i Paesi che beneficeranno di questa joint venture green: Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Germania, Danimarca e Norvegia.

Accanto a questa prima isola si spera di poterne costruire anche una seconda, nella stessa zona, per aumentare sempre più la quantità di energia elettrica rinnovabile prodotta.

L’utilizzo di sole e vento si alterneranno ed affiancheranno per dar vita ad uno dei più grandi aiuti che l’ambiente abbia mai avuto.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *