All’università di Torino un corso sulla storia dell’omosessualità

La cultura e la conoscenza passano ormai anche dai mezzi di comunicazione. Sempre più spesso si riescono a conoscere nuove cose e, perchè no, abbattere barriere, grazie alla realizzazione di film o serie tv che toccano argomenti poco conosciuti o poco ri-conosciuti.

Da qualche tempo su Sky Cinema è possibile guardare la miniserie “When we rise, una miniserie docu-dramma che racconta la storia nascita, l’ascesa e le battaglie del movimento per i diritti gay, attraverso le storie di uomini e donne che negli anni hanno lottato per il movimento LGBT.

whwn_we_rise

Se vi chiedessimo chi fosse Cleve Jones, sapreste rispondere? Probabilmente no, nonostante abbia avuto un ruolo importantissimo nella lotta lgbqt.

Cleve Jones

Cleve Jones

Forse andrebbe meglio se vi nominassimo Harvey Milk.

Harvey Milk

Harvey Milk

Di fatto non molti conoscono come il movimento si sia evoluto, quanto ci sia voluto per ottenere piccoli o grandi traguardi e che cosa tutto ciò abbia comportato (e spesso comporti tutt’ora) per migliaia di persone.

Ebbene, da quest’anno, per la prima volta, l’Università di Torino presenta un corso, rivolto agli studenti del DAMS, nel quale verrà narrata e spiegata la storia dell’omosessualità.

Non era mai successo che in un ateneo italiano venisse inserito un corso con al centro la tematica lgbt, ma Torino si è dimostrata un passo avanti in questo. Titolare del corso sarà Maya De Leo, che con questo percorso intende proporre una storia culturale dell’omosessualità che ne ricostruisce le trasformazioni in età contemporanea (dalla fine del XVIII secolo al tempo presente)  tra Europa e Stati Uniti, restituendo esperienze, narrazioni e rappresentazioni collocate in diversi contesti sociali. “Inoltre – si legge nella descrizione del corso-, si concentra sulla produzione culturale legata ai movimenti di liberazione omosessuale e più in generale all’attivismo LGBT+ e queer. Infine, offre un percorso di approfondimento specifico sul rapporto tra media e omosessualità in età contemporanea”.

Le critiche, soprattutto dall’estrema destra italiana, non si sono fatte attendere, tra striscioni e slogan contrari alla creazione del corso.

Averroè diceva: “L’ignoranza conduce alla paura, la paura all’odio e l’odio conduce alla violenza. Ecco l’equazione”. Forse è giunto il momento di conoscere, cancellare l’ignoranza e scardinare l’equazione.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *