#8marzoalmuseo per celebrare la donna tramite l’arte

La Festa della donna viene spesso collegata soltanto a serate all’insegna del divertimento più sfrenato. In un mondo che lotta sempre più per la parità dei diritti e per portare la figura della donna al posto che merita, combattendo con ogni mezzo pregiudizi e violenza di genere, è giunto però il momento di collegare questa giornata a qualcosa di più profondo. Un buon modo di farlo potrebbe essere celebrarla ricordando le battaglie che le donne hanno portato avanti in campo sociale, economico e politico.

Dal 2016 il ministro Franceschini ha istituito per l’8 marzo una giornata di ingressi gratuiti a molti musei statali: ogni anno, per l’intera giornata, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo apre gratuitamente alle donne i musei, le aree archeologiche e i monumenti statali, con una fitta rete di visite guidate e rassegne a tema.

Accanto a questa iniziativa è stata anche attivata la campagna social #8marzoalmuseo, nata per celebrare il mondo femminile attraverso le più significative rappresentazioni artistiche, con una serie di locandine digitali selezionate dagli storici dei principali musei italiani che animeranno il profilo Instagram di @Museitaliani.

Si verrà così a creare una vera e propria galleria di donne, da dee ad attrici, da martiri a popolane, da intellettuali ad artiste, per celebrare l’intero universo femminile, in tutte le sue sfaccettature e declinazioni.

Si potrà fare la conoscenza di Sofonisba Anguissola, una delle prime esponenti della pittura europea, ritrattista alla Corte di Filippo II di Spagna, o di Ofelia, il personaggio shakespeariano e tragica eroina, che ha ispirato nei secoli pittori e poeti e che qui prende le forme della scultura in gesso di Arturo Martini conservata alla Pinacoteca di Brera.

O ancora avvicinarsi a Madame de Stael, l’intellettuale liberale francese che ha animato i salotti letterari e fautrice del romanticismo europeo, oppure a Saffo, la poetessa greca che ha tradotto in versi l’erotismo femminile.

Gli appuntamenti e gli eventi sono molti in tantissime città italiane. Potete consultare qui il sito del Mibac per l’elenco dettagliato ed aggiornato.

Buona Giornata internazionale della donna, con l’arte!

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *