A Parigi nuova vita per le stazioni Métro abbandonate: piscina, teatro o giardino

In principio furono i rifugi antiaerei a Londra, ora le stazioni abbandonate della metropolitana di Parigi. Il recupero di luoghi abbandonati e ricchi di fascino e mistero è sempre più in voga e pieno di suggestione.

Quello di restaurare, ristrutturare e dare nuova vita a luoghi dimenticati per ridonarli alla comunità è un trend che sta sempre più imperversando, tanto da entrare nel programma di Nathalie Kosciusko-Morizet, candidato sindaco della Ville Lumiére del partito politico di centrodestra dell’ex presidente Nicolas Sarkozy.

Il candidato ha infatti commissionato allo studio OXO Associates di creare alcuni rendering delle stazioni riutilizzate come ristoranti, musei, teatri, o perfino piscine e giardini. In tutto sarebbero 16 le stazioni ormai in disuso (chiuse per lo più tra il 1930 e il 1970), alcune già utilizzate come set temporanei di film o campagne pubblicitarie, un esiguo numero in realtà mai aperto.

Sarebbe un bellissimo modo per valorizzare ancor di più una città già magica.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *