Grecia: oltre a Santorini c’è di più!

Stanchi dei soliti viaggi in Egeo? Avete voglia di perdervi su un’isola (quasi) deserta?

Ecco a voi un itinerario alternativo che vi porterà alla scoperta della Grecia ionica più autentica e selvaggia!

La prima impressione che si ha vedendola comparire all’orizzonte, a sole 43 miglia nautiche dalla costa pugliese, è di trovarsi davanti l’isola di Jurassic Park.

Maestosa, rocciosa, ricoperta di verde.. è così che si presenta l’isola di Fanò (Othonoi, in greco).

La sua natura incontaminata, rigogliosa e prorompente, il mare cristallino, ricco di biodiversità (si avvistano spesso delfini e tartarughe marine) ed i paesaggi mozzafiato rendono l’isola un vero gioiello del Mediterraneo, da scoprire e ammirare non solo via mare ma anche e soprattutto via terra. Othonoi, infatti, essendo una delle più montuose tra le isole Diapontie, situate a nord ovest di Corfù, regala panorami strepitosi a chiunque abbia voglia di fare un’escursione al suo interno usufruendo dei numerosi tour organizzati. La principale attrazione è sicuramente costituita dalla Baia di Calipso: una mezzaluna di finissima sabbia e ciottoli bianchi, raggiungibile esclusivamente via mare, poco lontana dalla grotta che il racconto omerico pone come dimora della omonima ninfa, la cui bellezza riuscì a corrompere anche il cuore del temerario Ulisse che tanto bramava il suo ritorno ad Itaca.

Molto diversa, ma non per questo meno suggestiva, è l’isola di Merlera (Erikoussa) la cui superficie è quasi interamente ricoperta da foreste di ulivi, cipressi e piante di timo, salvia e rosmarino che profumano l’aria di un’intensa fragranza selvatica. Essendo meno rocciosa e molto più sabbiosa rispetto alla vicina Fanò, Merlera rappresenta un piccolo tesoro per gli amanti del trekking in quanto è facilmente percorribile a piedi (o in bici!). Il centro dell’isola è inoltre costellato da piccoli ristoranti, tavole calde, forni e negozi di souvenir che la rendono il luogo ideale  per una vacanza all’insegna del relax.

Ultima ma non ultima, la bellissima isola di Mathraki. Selvaggia, quasi del tutto disabitata, l’isola è costituita da spiagge incontaminate che si estendono per chilometri e da percorsi naturalistici eccezionali, anche qui si possono gustare ottime leccornie e acquistare souvenir tradizionali senza spendere una fortuna.

Insieme a Fanò e Merlera, offre una valida alternativa alle isole greche più blasonate e turistiche, in cui rilassarsi, vivere a contatto con la natura, mangiare del buon cibo e ammirare tramonti mozzafiato… distanti appena 45 minuti dalla movida della vicina Corfù!

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *